Sirmione Perla del lago ideale almeno per un fine settimana

Un estate strana in cui muoversi non è così facile, anche per via delle mascherine. Ma per spezzare ed evadere un pò senza andare troppo lontano una meta ideale potrebbe essere Sirmione. La perla del Garda per eccellenza. La lunga lingua di terra in mezzo al lago che porta al meraviglioso Castello Scaligero, ed al centro storico.

E che offre spiagge di tutto rispetto. L’ideale è magari scegliere un hotel con spiaggia privata (io ho alloggiato all’hotel Saviola che dispone anche di appartamenti) in maniera tale da poter godere nei momenti di maggior flusso turistico di relax e tranquillità.  Quando si decide di inoltrarsi nelle viuzze del meraviglioso centro storico, una macedonia di frutta o una limonata all’imbocco del castello è quasi d’obbligo, e può essere considerato un fresco pranzo. Passeggiando tra le antiche mura, impossibile non ammirare le magnifica bouganville, o scegliendo di costeggiare il lago godere di scorci splendidi.

Giungendo alla punta estrema di Sirmione, è possibile visitare il sito archeologico con le grotte del poeta Catullo, a cui si può giungere passando tra i giardini Maria Callas magari volendo anche in trenino o a piedi dal lido delle Bionde. Altra spiaggia altrettanto ambita è proprio quella del Lido delle Bionde: il suo pontile o la spiaggia attrezzata, estensione naturale del Jamaica Beach. Poco distante  le terme, ed accanto ad esse, un cerchio di pietre in cui si può godere della fuoriuscita di acqua calda termale.

A Punta san Vigiglio si può ammirare in tutto il suo splendore il panorama del lago. Proprio al di sotto si estende Jamaica Beach uno dei luoghi più belli del Garda, con le sue acque cristalline. Spiaggia pubblica sempre molto affollata (conviene prenotare se non si vuole passare la giornata sui lastroni di pietra) a cui si arriva attraverso un breve percorso su sterrato, ma con un acqua strepitosa abbastanza bassa ed adatta ai bambini.

E’ garantita la presenza di papere e cigni che chiedono cibo.

Sulla strada del ritorno una tappa alla bellissima chiesetta di san Pietro in Mavino con un ciclo pittorico del 1300,  e giù di li per ammirare il panorama da punta Staffalo e tornare al centro storico.

Volendo si può approfittare del centro termale di Aquaria che offre una serie di servizi, tra cui le piscine all’aperto. Insomma un fine settimana di tutto rispetto, per spezzare la tensione di questi mesi.

 
Questa voce è stata pubblicata in Homepage, Viaggi e Fuori porta. Contrassegna il permalink.