Matteo Filippini “Special-mente one man show di mentalismo” 16 dicembre

A Sarezzo, domenica 16 dicembre alle 20,30  lo spazio dell’improbabile della pittrice Cinzia Bevilacqua in via Repubblica 189/d, ospiterà Matteo Filippini con “Special – mente one man show di mentalismo” . Gli spettatori potranno  vivere da vicino alcuni particolari ed unici esperimenti mentali, come trasportati in una bizzarra dimensione in cui la mente sembrerà  non seguire più le regole della natura . Matteo proverà ad usare tutti i cinque sensi per creare l’illusione di possederne un sesto.  È possibile la comunicazione telepatica tra due o più persone? È possibile conoscere quello che ancora deve accadere? È possibile poter condizionare le scelte altrui? A questo ed altro ancora cercherà di dare una risposta Matteo Filippini, regalandovi uno spettacolo denso di emozioni e divertimento. Special-MENTE è uno show ‘vecchia maniera’: non ci sono luci colorate o effetti speciali. Nonostante ciò è brillante e coinvolgente anche perché assolutamente interattivo; vi sarà infatti il coinvolgimento diretto del pubblico per tutta la sua durata. Molti lo hanno definito uno spettacolo che regala forti emozioni, un’esperienza che difficilmente gli spettatori dimenticheranno. Ma chi è Matteo Filippini, originario di Soresina? “Fin da piccolo sono stato attratto dalle arti- ha raccontato Matteo- come la musica e la magia. Arti che crescono in parallelo, la prima diventa una professione, la seconda un grande amore. Nonostante nessuno in famiglia fosse un artista, ho sempre trovato un grande appoggio”. Alla magia Matteo si avvicina dopo aver visto un mago esibirsi in un ristorante e da li inizia l’acquisto di una serie di fascicoli in edicola “Stupire”, affascinato dal segreto dei trucchi dei prestigiatori. “Il nonno materno- ha spiegato Matteo- era la mia cavia a cui sottoponevo i nuovi numeri”. Intorno ai 20 anni, trova in America una serie di libri sulla magia usati. Acquistati in blocco, e  molti ancora sono parte integrante della libreria di Filippini che vanta circa 800 volumi (la maggior parte in inglese), letti tutti e molti studiati. Una piccola curiosità: dopo quelli di medicina, i volumi di prestigiazione e arti affini sono quelli maggiormente pubblicati. Matteo ha al suo attivo anche la pubblicazione di una decina di volumi relativi alla magia. Il percorso di Filippini è particolare: prima si esibiva per ristretti gruppi di amici proponendo numeri di prestigiazione, mentre sul fronte musica si esibisce con mostri sacri del rock fino al 2013; ad oggi continua a fare musica suonando in alcuni gruppi, e proponendo sue creazioni. Poi una decina di anni fa, inizia ad esibirsi anche come mago ed entra a far parte del club magico di Brescia esibendosi in diversi spettacoli. “Da un paio d’anni- ha concluso Matteo- mi sto dedicando quasi esclusivamente al mentalismo. E sono docente di magia, in diversi club magici d’Italia. Mi esibisco in spettacoli di mentalismo, durante feste, convention aziendali; il mentalismo è una forma adulta di magia, come se la magia avvenisse nella mente delle persone e da emozioni particolari. Le persone in genere non hanno idea di cosa si tratterà durante la serata. L’obiettivo è quello di riuscire a proporre cose che toccano corde emozionali diverse. Si pensa che il mentalista abbia poteri. In realtà sono dotato di intuito ed empatia. Inoltre vi sono tecniche che permettono al mentalista di avere informazioni per creare l’illusione”. L’obiettivo della prestigiazione è  quello di stupire, mentre il mentalismo è stupefacente ed emozionante. La reazione di molti spettatori, per dare una risposta alla propria razionalità è quello di sostenere “si conoscevano” . Con il nuovo anno, altri progetti per Filippini, quali il mental coach e il counselling. Mantenendo un percorso artistico ma anche quello di supportare le persone in momenti difficili.

 
Questa voce è stata pubblicata in Eventi, Personaggi. Contrassegna il permalink.