Le trincee della Grande Guerra in Maniva (BS)

Sarà possibile visitarle tutti i giorni di agosto, sono “Le trincee della grande guerra in Maniva”. Circa 70 metri di cunicoli, bunker che per essere riportati alla luce hanno richiesto un lavoro di circa due anni da parte degli Alpini della Provincia, coinvolgendo circa ottocento  uomini.

In occasione del centenario della grande guerra si è pensato di valorizzare quanto presente sul territorio e quindi riportare alla luce cunicoli, ormai dimenticati da tutti. Erano utilizzati dal 77° e 78° Fanteria Lupi di Toscana, e proteggevano la Valle che saliva dal Cafaro, parte della linea delle Giudicarie, che si estendeva dal lago della Vacca a Limone del Garda. La prima parte di bunker si trova nella parte sottostante la croce “Caduti senza Croce”, nei pressi del rifugio. Qui due postazioni per la mitraglia, ed una parte dedicata ad una zona risposo e pasti, magazzino armi. Dietro la chiesetta salendo sul Dosso Alto, una parte più impegnativa. E’ stato risistemato il percorso per raggiungere la caserma “Casalite” che ospitava oltre 600 soldati.  I reperti storici presenti, sono stati donati dal “Gruppo ricerca Toscolano”. Nel corso dell’anno sono stati coinvolti bimbi di scuole elementari e medie della Valle, che in circa 450 hanno avuto l’opportunità di visitare la trincea. Il ritrovo per le visite è fissato al Maniva, nel piazzale antistante il ristorante Dosso Alto e lo Chalet Maniva. E’ possibile visionare la pagina facebook Trincee del Maniva o Instagram trinceedelmaniva.

 
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità, Homepage. Contrassegna il permalink.